RETIS NOVA

Per l’innovazione formativa in Toscana

 

CHI SIAMO

Retis Nova nasce con l’intento di aggregare le competenze tecniche di una pluralità di soggetti attivi sul territorio regionale per sviluppare modelli e pratiche di formazione innovativa per le diverse filiere produttive e per le varie tipologie di utenza.

Ne fanno parte soggetti: poli di innovazione, agenzie formative, centri di ricerca, spin-off universitari, accomunati dalla volontà di collaborare tecnicamente per sviluppare un sistema innovativo di metodologie e contenuti professionalizzanti.

 

Agenzie formative di valenza regionale/territoriale e/o di alta specializzazione

  • Toscana Formazione, agenzia formativa di sviluppo regionale e promotore dell’iniziativa
  • Fondazione Campus -Lucca
  • Euroconsulting srl – agenzia formativa – Prato
  • Idi Informatica –agenzia formativa – Firenze
  • Agenzia Formativa Unione Valdera
  • Cortona Sviluppo
  • Chiantiform
  • Centro Servizi Pomarance – agenzia formativa e centro servizi –Pomarance

 

Poli/incubatori di imprese e Centri di innovazione:

  • Pont-Tech – agenzia formativa e incubatore di impresa- Pontedera
  • Centro di Geotecnologie dell’università di Siena – anche come uno degli enti di gestione del Polo delle Pietre dure di Massa
  • Incubatore di imprese di Cavriglia
  • Centro Sperimentale del Mobile – agenzia formativa e capofila del polo di innovazione sul sistema interni – Poggibonsi (si)
  • Toscana Life Sciences – Ente gestore del Polo delle scienze della vita e dell’Its Vita- Siena
  • Compolab srl  – Ente gestore del Polo 12 distretto meccanico – Livorno-
  • Navigo – agenzia formativa ed ente gestore del Polo nautico – Viareggio-

 

Aziende e spin off universitari:

  • Cgt –Spin Off
  • Geoexplorer Srl Impresa Sociale
  • Gtm   & Partner
  • Ergo Srl
  • Azienda Agricola di Montepaldi srl
  • Spin-pet srl

 

OBIETTIVI

In relazione alla sua mission generale, Retis Nova persegue una serie di obiettivi particolari tra sé correlati:

  • offrire agli studenti più ampie opportunità di apprendimento, innalzandone la qualità, al fine di renderli più competitivi sul mercato del lavoro;
  • garantire un’offerta formativa con caratteristiche sperimentali ed innovative, connesse con la ricerca scientifica;
  • promuovere l’integrazione tra i sistemi dell’istruzione e formazione professionale, della ricerca e del lavoro;
  • potenziare la valenza sperimentale/laboratoriale all’interno dei percorsi di istruzione e formazione professionale;
  • salvaguardare la caratteristica di flessibilità dell’offerta formativa funzionale a soddisfare sia i fabbisogni professionali del mondo del lavoro, sia le aspettative di riqualificazione e di apprendimento permanente della persona;
  • valorizzare le professionalità coinvolte nella realizzazione dei percorsi, capitalizzando le competenze acquisite;
  • ottimizzare le disponibilità finanziarie sia favorendo economie di scala, sia reperendo risorse aggiuntive;
  • costituire pool di progettazione specialistici e di interesse sovraprovinciale con un’efficienza maggiore determinata dalla condivisione delle migliori competenze e delle risorse umane delle organizzazioni coinvolte- team di lavoro condivisi.
  • configurare gli scenari formativi secondo parametri di valenza europea (crediti, certificazione, trasparenza delle qualifiche, qualità della formazione).
  • Sviluppare progetti di formazione, con il contributo dei diversi soggetti inseriti nella rete, sia a carattere nazionale che transnazionale attraverso lo sviluppo di partenariati internazionali e anche la partecipazione a bandi e gare europee

 

ORGANIZZAZIONE

L’organo stabile di governance di Retis Nova è rappresentato dal Comitato Tecnico Scientifico, composto da un rappresentante di ogni soggetto che ha sottoscritto l’accordo di rete e da professionalità provenienti dal mondo universitario dotate di specifiche competenze e caratteristiche in grado di apportare contributi integranti ed aggiuntivi al network.

Riunito con frequenza almeno trimestrale, il CTS di Retis Nova sovrintende alle seguenti attività

  • Programmazione di un’Analisi dei fabbisogni annuale relativa alle filiere strategiche/territori della Toscana.

 

  • Modellizzazione dei percorsi formativi in base all’analisi annuale dei fabbisogni nei diversi Assi di Formazione focalizzata sulle specifiche esigenze delle filiere strategiche//territori della Regione Toscana attraverso la definizione dei progetti di network da sviluppare e gli eventuali partenariati locali/regionali da promuovere negli ambiti
  1. Formazione per disoccupati (corsi per qualifiche professionali)
  2. Formazione per disoccupati (corsi più brevi basati su una o più ADA)
  3. Percorsi di creazione di impresa
  4. Formazione per occupati
  5. Formazione nell’area dell’innovazione tecnologica (formazione occupati)
  6. Corsi IFTS
  7. Corsi ITS

 

Il CTS è supportato da un comitato di controllo e monitoraggio che provvede ad effettuare le verifiche intermedie, in tutti i territori coinvolti,volte a verificare i risultati sia dal punto di vista formativo (conoscenze e competenze) sia per quanto riguarda l’occupabilità.

 

Il comitato per lo sviluppo e l’integrazione dei processi e delle competenze trasversali con  le filiere strategiche è costituito da un responsabile tecnico per ognuna delle seguenti attività trasversali:

  1. Sviluppo ed integrazione innovazione formativa con il sistema scolastico e dell’istruzione
  2. Sviluppo strategico programmi nazionali e transnazionali di interesse regionale
  3. Innovazione tecnologica e di processo
  4. Internazionalizzazione

 

Il Team di Sviluppo Tecnico Professionale è costituito da un responsabile tecnico per ognuna delle seguenti filiere/sottofiliere regionali:

  1. Meccanica
  2. Moda
  3. Turismo e Beni culturali – area nord-ovest
  4. Turismo e Beni Culturali – area centro sud
  5. Agribusiness
  6. Lapideo
  7. Carta
  8. ICT
  9. Logistica
  10. Nautica
  11. Energia
  12. Interni e design
  13. Costruzioni ed abitare
  14. Chimico/farmaceutico
  15. Orafo

 

Il   Team di progettazione formativa, composto da esperti senior a livello regionale e/o comunitario ha il compito di sviluppare ed attuare percorsi progettuali innovativi e rappresenta il gruppo di lavoro stabile ed operativo del Network di competenze.